Amazon o eBayCompriamo tutto su Internet riconducendo spesso le nostre scelte ad Amazon o in alternativa ad eBay. In merito alla preferenza tra l’una o l’altra opzione è nata una discussione vertente sul trattamento pre e post-vendita nonché su quelle che sono le offerte migliori cui ogni giorno si può avere accesso. Sembra che i clienti abbiano decretato un vincitore. Ecco perché molti premiano l’e-commerce di Jeff Bezos rispetto allo storico eBay.

 

Offerte e vendita Amazon

Il venditore è solito agire in due modi per la vendita di prodotti. Il primo è direttamente tramite un contratto che stabilisce la spedizione ed il rapporto uno ad uno con il cliente. Il venditore di terze parti firma un accordo con la società che fa da mediatrice nei rapporti sia prima che dopo l’acquisto. In tal caso il prodotto si identifica come “venduto e spedito da Amazon” a garanzia di una sicurezza di livello Pro nella gestione delle transazioni. I call Center Amazon sono sempre disposti a venire in contro al cliente per ogni segnalazione o problema.

Il secondo caso, invece, prevede l’azione di marketplace, ovvero hosting vetrina per venditori esterni che vendono e spediscono i propri prodotti. Il contratto è equivalente ma diminuiscono le garanzie in caso di problemi. In questo frangente il rapporto trasla sul piano utente – venditore piuttosto che su utente – Amazon.

In ogni caso, in calce ad ogni prodotto venduto, il sistema riporta i dettagli sul venditore e l’eventuale possibilità di ottenere un rapporto diretto con Amazon.

 

Funzionamento eBay

eBay Italia, invece, è solo marketplace. Infatti agisce solo in qualità di macro area per negozi proprietari più piccoli offrendo quindi una garanzia minima in caso di dissidi tra acquirente  e venditore.

 

Recesso e restituzione prodotti difettosi o sbagliati

In caso di ripensamento o restituzione cambiano le dinamiche tra le due realtà. Il negozio Amazon (sia per vendita diretta che come marketplace) prevede 30 giorni di tempo per il recesso andando oltre il limite di legge che prevede 14 giorni. eBay, invece, è svincolato da una policy omogenea tanto che l’utente deve consultare di volta in volta l’inserzione per stabilire eventuali trattamenti post-vendita per eventuali rimborsi.

In caso di merce difettosa le cose si aggravano per gli utenti eBay per i quali non è riconosciuta la garanzia se non mediante l’azione di un giudice da convocare in separata sede. Per la Garanzia Amazon invece siamo coperti a 360 gradi per vizi di prodotto o qualsiasi altro problema che prevede sempre il rimborso al cliente. Su eBay la cosa più sicura è quella di accertarsi che il venditore accetti PayPal come metodo di pagamento. In tal caso, infatti, interviene il servizio di tutela. Cosa che non si verifica per chi paga con bonifico bancario o carta di credito.