Bonus INPSIl “Decreto Rilancio” è ormai diventato legge e sono così ufficiali le categorie a cui spetta il Bonus INPS anche per il mese di maggio. Per ottenere le sovvenzioni straordinarie messe a disposizione dal provvedimento del governo bisogna essere registrati al sito ufficiale dell’INPS dove è possibile presentare richiesta attraverso gli appositi moduli. Al contrario delle sovvenzioni di marzo e aprile però, sta volta sono contemplate alcune restrizioni e sovvenzioni di diversa dimensione; sarà anche necessario presentare un’apposita documentazione per dimostrare le proprie perdite rispetto all’anno precedente.

Bonus INPS: tutte le categorie interessate

 

I Bonus dell’INPS per il mese di maggio sono indirizzati a: Co.Co.Co, liberi professionisti iscritti alla gestione separata, lavoratori autonomi iscritti all’AGO, lavoratori dipendenti stagionali del turismo, lavoratori del settore agricolo, lavoratori domestici, dipendenti stagionali e lavoratori sportivi.

  • Bonus da 1000 euro: il contributo più corposo tra le sovvenzioni statali, quello da 1000 euro, spetta ai liberi professionisti iscritti alla gestione separata; questi ultimi devono però dimostrare una diminuzione del reddito; la variazione deve essere pari o superiore al 33% del reddito del secondo bimestre del 2020 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un’altra categoria interessata e quella dei Co.Co.Co oltre che i lavoratori stagionali e del turismo.

 

  • Bonus da 600 euro: ad avere diritto a 600 euro per il mese di maggio sono invece i lavoratori autonomi iscritti all’Ago; i lavoratori dipendenti  e gli autonomi oltre che i lavoratori sportivi.

 

  • Bonus da 500 euro: ad aver diritto al bonus minimo sono invece i lavoratori domestici, che non hanno già altre forme di sussistenza attiva, e i lavoratori del settore agricolo.