Treni

Oggi, 3 giugno 2020, è una data importante per il nostro Paese. Il tanto desiderato ritorno alla normalità diventa realtà. Si deporrà definitivamente l’autocertificazione e ci si potrà spostare in altre regioni senza nessun vincolo. Per questo motivo le stazioni ferroviarie saranno sorvegliate speciali. I treni si potranno prendere liberamente ma, fa sapere il MIT (Ministero Infrastrutture e Trasporti), per chiunque prenderà treni ad Alta Velocità e Intercity verrà controllata la temperatura corporea.

Lo ha dichiarato la Ministra Paola de Micheli, in merito alle modalità organizzative per il contenimento della diffusione del covid19. La Ministra ha anche dichiarato che nelle stazioni sarà presente un contingente di volontari della Protezione Civile, che sarà di aiuto per la gestione dei flussi dei passeggeri. Al momento della misurazione, chi presenterà una temperatura corporea oltre 37.5 gradi non potrà salire a bordo.

Pasti a bordo dei treni, altra novità per i passeggeri

Un’altra novità che riguarda i passeggeri a bordo dei treni è il servizio ristorazione. Sospeso fino al 2 giugno, verrà ripristinato a partire dal 3 giugno 2020. Per impedire ai passeggeri di concentrarsi nel vagone bar e ristorante, il servizio verrà garantito con la consegna “al posto”. Bevande ed alimenti verranno servite da personale dotato di guanti e mascherina. I pasti saranno in confezione sigillata e monodose.

Le situazioni appena illustrate di misurazione temperatura corporea e pasto servito al proprio posto, si protrarranno fino al prossimo 15 giugno salvo poi sospenderle o prolungarle in virtù dei dati che giungeranno al Ministero. Intanto sarà un inizio, per un lento ma necessario ritorno alla normalità.