WhatsApp

L’emergenza sanitaria del Coronavirus in queste settimane ha coinvolgo anche tutti i servizi per la messaggistica. Con i lockdown attivi nella maggior parte degli stati mondiali, i servizi online hanno rappresentato lo strumento privilegiato per mantenere i contattati con le persone care. Tra le varie piattaforme, WhatsApp si è confermata ancora una volta leader del settore.

 

WhatsApp, l’allerta è massima: continuano le fake news sul Covid

Gli aspetti positivi di WhatsApp specie in questo periodo sono innumerevoli. Tuttavia, però, la chat contempla anche alcune zone grigie. Con l’attenzione sempre più alta sulle conversazioni, durante le scorse settimane, i malintenzionati hanno avuto gioco facile nel diffondere i loro messaggi spam grazie anche alle famose catene.

Su WhatsApp le fake news relative al Covid rappresentano una vera sciagura. Tra una chat e l’altra, tanti utenti dallo scorso febbraio ricevono messaggi senza alcun fondamento scientifico, ora sulla scoperta di qualche farmaco miracoloso ora su presunte teorie del complotto.

Il solo leggere le fake news collegate al virus può portare ad una serie di rischi per tanti utenti. Molti profili, ad esempio, sono stati raggirati con la semplice tecnica del phishing, uno strumento che i malintenzionati adoperano per accedere alle informazioni riservate dei singoli account.

La lotta contro fake news e messaggi di spam non coinvolge soltanto WhatsApp. Durante l’emergenza, infatti, il Ministero della Salute ha istituito una task force per arginare la diffusione di notizie fasulle. In questa battaglia, però, un ruolo importante lo hanno anche gli utenti. Ogni volta che si ricevere un messaggio sospetto, è buona abitudine segnalare il tutto al team di supporto della chat.