mascherineLa nuova direttiva imposta dal Decreto Governativo dovrebbe uniformare il prezzo delle mascherine chirurgiche a 50 centesimi di euro in tutta Italia.

Nel Paese è prevista una massiva partecipazione dei produttori e delle aziende riconvertite che passeranno alla distribuzione al dettaglio estesa a centri commerciali e tabaccherie. Eppure, visti anche i tanti servizi andati in onda su Striscia la Notizia, scopriamo che non sempre il prezzo suggerito per l’acquisto in lotti viene rispettato. In altri casi i supporti scarseggiano ed è per questo che può tornare utile fare le mascherine in casa in modo semplice, facile, veloce e sopratutto a basso costo.

Il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, ha di fatto concesso il via libera alla produzione in casa di dispositivi di protezione individuale contro il Coronavirus. Ecco in che modo puoi realizzare la tua schermatura contro l’infezione.

 

Come creare mascherine fatte in casa: strumenti e materie prime per realizzarle

Trovare le mascherine FFP3, FFP2 o le semplici chirurgiche non è semplice come si possa pensare. La domanda aumenta con l’offerta che non riesce a soddisfare le richieste. Da marzo è partita una folle corsa agli acquisti con migliaia di italiani passati al taglio e cucito. Ne abbiamo viste di ogni sorta, dalla carta forno con elastico incluso alle coppe di reggiseno intagliate a misura di volto.

Per creare mascherine veramente efficaci contro il virus abbiamo bisogno di:

  • ago
  • filo
  • forbici
  • spille
  • elastici

Ovviamente l’ingrediente primario è il tessuto da realizzare secondo una logica multistrato per ottenere un migliore livello di protezione contro le nanoparticelle. Il pezzo di tessuto di partenza deve riportare indicativamente una misura pari a 50 x 50 cm e deve essere sovrapposto ad uno o più strati facendo passare gli elastici indispensabili per indossare il prodotto. Serve ovviamente una buona dimestichezza con il cucito. Ecco la procedura completa.

  • taglia il pezzo di tessuto (50 x 50 centimetri) realizzando un quadrato
  • piegalo esattamente a metà e ritaglia un rettangolo di dimensioni 25 x 17 cm
  • Usa due strisce di tessuto e piegale tre volte lungo il lato lungo cosicché i bordi vadano all’interno
  • cuci una linea retta seguendo il centro
  • prendi i rettangoli di tessuto e lasciate il lato esterno rivolto verso di voi
  • appuntate le 4 fascette, una per ogni angolo del rettangolo
  • collega gli elastici al primo stato bloccando le estremità agli angoli formando piccoli cerchi
  • verifica che l’elastico sia all’interno del perimetro
  • allinea il secondo rettangolo al primo facendo combaciare i lati esterni ed intrecciando le fascette o gli elastici
  • fissa il doppio strato con le spille
  • eventualmente inserisci al suo interno un materiale filtrante anti- goccioline (permanente o intercambiabile creando una sorta di tasca)
  • solleva un lembo e pochi centimetri al di sopra del bordo inferiore e cucite in linea retta verso l’angolo inferiore sinistro
  • togliete le spille e verificate la tenuta tra fascette e rettangoli
  • Cucite il perimetro per chiudere in senso orario o antiorario la mascherina lasciando 5 cm di spazio non cucito
  • fate 3 pieghe sul lato lungo della mascherina come a voler creare un ventaglio
  • ultimate la cucitura rinforzando eventualmente tutto con un doppio passaggio
  • FINE!

Su YouTube esistono alcuni tutorial utili alla creazione delle mascherine. Chi non è pratico o chi ha bisogno di un sussidio audio visivo può ricorrere ai video.