WhatsApp: spiati tantissimi utenti con una nuova app legale

Da poche settimane WhatsApp ha raggiunto un nuovo record di profili attivi. Sulla piattaforma di messaggistica istantanea, in base alle ultime rilevazioni sono presenti oltre due miliardi di account. In pieno stile Instagram o Facebook, tra questi due miliardi di utenti, la maggior parte tende ad avvalersi di un’immagine di riconoscimento. 

 

WhatsApp e la foto profilo: la soluzione per evitare ogni problema

Sono davvero poche le persone che si interessano sulla sicurezza dell’immagine copertina, con la convinzione che sia necessario tutelare la propria privacy solo ed esclusivamente per le conversazioni. Talvolta però la foto profilo nasconde insidie davvero particolari e può creare danni maggiori di un file infetto.

L’aspetto principale del pericolo è quello degli account fasulli. Grazie alle foto profilo di persone sconosciute, tanti malintenzionati del web sono nelle condizioni di creare degli account che non corrispondono alla realtà. Di conseguenza, proprio grazie alle foto di WhatsApp aumentano in maniera esponenziale i casi di furto d’identità in rete.

Tanti utenti sottolineano, con giusta ragione, come le politiche di WhatsApp non aiutino su questo fronte. D’altronde, tutti possono vedere la foto profilo di chiunque a schermo intero ed inoltre, come conseguenza correlata, è possibile anche effettuare dei veloci screenshot.

Nonostante queste anomalie, WhatsApp garantisce agli utenti anche la possibilità di utilizzare un account personale. Per evitare ogni genere di guaio, basterebbe impostare la visione delle immagini di copertina solo ed esclusivamente per gli amici memorizzati in rubrica. Per effettuare la modifica basta andare nel menù Impostazioni, quindi su Account e poi cambiare la condivisione all’interno della sezione Privacy sulla voce relativa alla foto profilo.