blank

Il crimine non va mai in vacanza, soprattutto nei periodi in cui si può trarre il massimo profitto con il minimo sforzo dall’ingenuità ma soprattutto dai bisogni primari degli utenti.

È proprio questa debolezza che gli hacker sfruttano, nel momento in cui congegnano le proprie truffe. Se ci fate caso, infatti, non si tratta quasi mai di proposte casuali – quelle con cui gli hacker cercano di sedurre e far cadere in trappola i contribuenti. Spesso sono truffe ideate appositamente per andare a stimolare i punti deboli degli utenti e far sì che risultino facilmente raggirabili.

In questo momento, con i vari aiuti economici stanziati dal Governo, quale migliore strategia per attrarre gli utenti che far loro credere di aver diritto ad un bonus di 1000 euro da parte di Poste Italiane? Anche il marchio adoperato non è casuale, visto che la società risulta strettamente vicina alle attività di rilascio di somme di denaro dai fondi di previdenza sociale, come le pensioni.

Poste Italiane regala 1000 euro, ma si tratta di una truffa

Sono moltissimi gli utenti che hanno segnalato di aver ricevuto, sulla propria posta elettronica, un messaggio da parte di Poste Italiane. Nel corpo del messaggio, veniva esplicitamente detto ai destinatari di risultare assegnatari di un bonus da 1000 euro accreditabile immediatamente sul proprio conto corrente.

Naturalmente si richiedeva, a questo punto, di indicare i propri dati personali e le coordinate del conto su cui accreditare questa somma. Mai fornire informazioni di questo genere via mail: non c’è modo migliore di mettere le proprie carte di credito o debito direttamente nelle mani dei malfattori.

Qualora doveste ricevere un simile messaggio, sarebbe meglio cestinarlo senza neppure aprirlo, così da assicurarvi di non inserire alcuna informazione o cliccare su nessun link pericoloso in allegato.