6g-rete-futura

La rete 5G, erede di ultimissima generazione che lentamente sta diventando una realtà tangibile in tutta Europa, esattamente come già è successo in America. Qui in Italia, le prime compagnie a voler sperimentare in questo senso e a investire, sono state Tim e Vodafone, con un capitale totale di ben 5 miliardi di euro. In questo ultimo periodo, molte sono state le polemiche collegate alla supposta pericolosità delle radiazioni della rete 5G. Si tratta solo di bufale, ad ogni modo si sta già cominciando a lavorare sulla rete 6G.

Rete 6G, ecco tutto quello che c’è da sapere sulla rete del futuro

L’azienda pioniera di queste nuove ricerche, e senza dubbio la Huawei. L’azienda ha infatti investendo molto denaro in questa ricerca. Ren Zhengfei, CEO e fondatore di Huawei, ha dichiarato che l’azienda è già in fase di ricerca sperimentale, in relazione alle infrastrutture utili per poterla introdurre. L’azienda è anche una delle più avviate nel settore del 5G, grazie a tutto l’impegno che ha impiegato in questo campo. Oltre a questo , Huawei si impegna costantemente nella ricerca delle AI edel io 6a robotica.

I risultati raggiunti da Huawei lab, progetto situato in Canada, possono considerarsi molto buoni, sebbene di natura unicamente teorica. Per raggiungere tali risultati, è servito un investimento di oltre 2 miliardi di dollari giocando con questo largo anticipo, Huawei desidera studiare a fondo tutte le possibili caratteristiche di questa rete, e battere sul tempo le altre aziende. Questo è esattamente quello che ha già fatto in precedenza con la ricerca lo sviluppo della rete 5G. Ad ogni modo, questa tecnologia e al momento puramente teorica e serviranno molti anni prima che sia disponibile. Secondo alcuni ragionevoli calcoli, saremo in grado di utilizzare la tecnologia 3G solo intorno al 2030.