tracciamento-smartphone-coronavirus

A quanto pare nonostante il periodo di emergenza globale, c’è che sfrutta la’ansia e la paura delle persone a proprio vantaggio, speculando senza pudore e ingannando mediante truffe che muovo proprio sulla paura che la gente ha del Coronavirus.

Non a caso un nuovo malware, sta circolando mediante SMS o altri metodi di diffusione, traendo in inganno gli utenti con la promessa di fornire l’esatta posizione degli utenti infetti nelle vicinanze al costo di soli 75 centesimi.

Ecco come avviene la truffa

A individuare per prima questo messaggio ingannevole sono state le unità di controllo di Kaspersky, le quali affermano che, nonostante possa presentarsi in forme differenti, il messaggio malevolo riconduce sempre alla stessa destinazione, una truffa.

All’interno del messaggio vi è un link che se cliccato, installerà un malware nel vostro smartphone, il quale vi porterà in una pagina web chiamata Coronavirus Finder, che vi proporrà di inserire le credenziali della carta di credito per ricevere la locazione di tutti gli infetti intorno a voi al prezzo di soli 75 centesimi.

Ovviamente la transazione se portata a termine, non solo non vi restituirà le informazioni promesse, bensì consentirà ai malintenzionati dietro la truffa, di ripulirvi il conto corrente.

Come se non bastasse, il malware assumerà il controllo di nascosto del vostro dispositivo, copiando il messaggio malevolo e inoltrandolo a tutta la rubrica, diffondendosi così a macchia d’olio.

Il nuovo malware è stato chiamato Ginp Trojan e una volta infettato il vostro dispositivo, continuerà a far apparire il pop-up della transazione citata sopra anche nelle altre finestre, addirittura nel Play Store.

Gli analisti di Kaspersky hanno dichiarato che il malware si sta evolvendo rispetto alla sua prima apparizione che, avvenuta in Spagna, ora sta migrando verso altri paesi ad un’alta velocità diffusione, suggerendo che i creatori di questo malware abbiano intenzione di continuare ad attaccare la popolazione, terrorizzata dal virus e quindi facile da ingannare.

Gli esperti invitano perciò a guardare con scetticismo i messaggi e i siti web che promettono determinate info alquanto poco affidabili, poichè, a fronte dell’incredibile sviluppo di siti malevoli a tema, è altamente probabile che si tratti di un malware o di una truffa, creati per svuotarvi il conto o rubare dati personali dai vostri smartphone e computer.

Come difendersi

Gli esperti per difendersi consigliano sempre l’intramontabile attenzione, la quale accostata al sano buon senso, riuscirà a proteggervi, ciò si traduce in un occhio critico e attento, dal momento che quasi sicuramente, siti che promettono informazioni a tema, spesso si autotradiscono, dal momento che queste info sono impossibili da dare e anche perchè essendo creati in breve tempo, hanno generalmente un design poco elaborato, quasi “casereccio“, altro piccolo segnale che molto probabilmente siete incappati in un sto ingannnevole.

Da ciò è facile evincere che, se ricevete messaggi contenenti link inerenti ai temi sopracitati, non cliccateli, non visualizzate nemmeno il contenuto del messaggio ed eliminatelo immediatamente, non fidatevi di mittenti che sembrano istituzionali poichè, le grandi istituzioni non contattano mai tramite piccoli SMS, a maggior ragione se essi contengono info di vitale importanza.

In definitiva l’emergenza in corso ha portato come strascico anche la cattiveria di chi sfrutta la paura per speculare, ecco perchè una buona norma per tutelarsi è fare attenzione e fidarsi solo di fonti ufficiali, nell’attesa che questa grave crisi globale termini presto e tutto torni alla normalità.