Coronavirus-modulo-multe

La quarantena per arrestare la diffusione del Coronavirus è iniziata da qualche tempo. Da allora, il modulo di autocertificazione creato per giustificare gli spostamenti validi da un luogo all’altro è cambiato ben 4 volte. Le ragioni sono molte, e tra queste c’è il fatto che, purtroppo, molta gente continua a sottovalutare i rischi che gli spostamenti e gli assembramenti comportano, continuando a uscire, imperterrite. Il Capo della Polizia di Stato, Franco Gabrielli ha dichiarato che queste misure cambiano continuamente per impedire a chi tenta di farla franca, di passare inosservato e continuare a comportarsi come se nulla fosse. Ha inoltre dichiarato che fino al 24 Marzo sono stati controllati due milioni e mezzo di cittadini e ci sono stati ben 110 mila denunciati. Ecco dunque quali sono i provvedimenti.

Coronavirus, Il nuovo modulo e tutte le sanzioni previste

Coloro che violano le regole di quarantena e sono positivi al virus, rischiano una multa che va da 400, fino ai 3000 euro, oltre al carcere fino a 5 anni. Lasciare che un’epidemia di questa gravità si diffonda non è meno grave di un attentato terroristico e pertanto è e deve essere severamente punito. Le regole messe per il contenimento della pandemia, sono indubbiamente severe, ma necessarie.

In fondo non sono molto difficili, seppur impegnative: le sole ragioni per cui è giustificata l’uscita da casa sono i beni di prima necessità. Spesa e farmaci sono quelli più importanti. A meno che non sia veramente importante uscire di casa per ragioni di salute, è largamente sconsigliato andare dal medico. Uno studio medico in questo momento può essere il principale veicolo di infezione come coronavirus. Coloro che fossero positivi al tampone o che sospettassero di essere infetti, a meno che non soffrano di gravi problemi e necessitino un ricovero ospedaliero, devono rimanere chiusi in casa. In questi casi, queste persone non devono nemmeno uscire per la spesa.

È importante che tutti prendiamo coscienza di quanto ogni singolo contributo sia prezioso per accelerare la ripresa del Paese e quella globale. Coloro che necessitano del nuovo PDF relativo all’autocertificazione, potranno scaricarla cliccando su questo link.