netflix-disney-plus-streamingLo streaming di video e musica sembra essere rimasto l’unico modo per arrivare a sera durante la pandemia che sta costringendo milioni di italiani all’isolamento sanitario.

C’è chi preferisce un buon libro e chi si diletta in cucina ma gli ultimi dati sullo stato di connettività disegnano un quadro generale ben preciso: la maggior parte degli italiani usa Netflix per Film e Serie TV, Spotify per le proprie playlist e le novità dal mondo della musica ed il nuovo Disney+ per i più piccoli.

Il dilemma che sorge per l’uso di tali piattaforme è sicuramente il prezzo. Non è facile pensare di gestire sottoscrizioni multiple con profilo singolo. Già solo Netflix parte da una base mensile di 7,99 euro, senza contare Spotify a 9,99 euro al mese. Una spesa che non tutti possono permettersi di affrontare.

Allo scopo di garantire la massima qualità e la continuità di servizio si scopre che esiste un trucco che sblocca uno sconto speciale in maniera del tutto legale. Si passa per gli strumenti di condivisione account che tagliano di netto il prezzo complessivo dei servizi. Ecco quanto potremmo pagare.

 

Netflix e Spotify in streaming: ora a prezzo ragionevole

Riuscire ad ottenere lo streaming ad un costo ragionevole è il sogno di molti utenti che continuano ad esitare di fronte al pulsante di pagamento dei rispettivi servizi online. Adesso non c’è più motivo per avere dubbi.

Per quanto riguarda lo streaming musicale del servizio attualmente in testa a tutti gli indici mondiali diciamo che si può avere tutto a 2.50 euro a mese. Streaming illimitato ed offline senza pubblicità per Spotify Premium.

Con Netflix, invece, diciamo addio al piano standard con bassa definizione degli stream per ottenere la versione Premium a soli 4 euro al mese invece di 15,99 euro. Basta trovare quattro persone e dividere poi gli oneri mensili per l’abbonamento. Lo stesso discorso vale per le sottoscrizioni a Disney+.

Sappiamo bene che non sempre è facile trovare tante persone che accettino di condividere i costi degli abbonamenti streaming. Proprio per questo è nata una community di utenti che attraverso Togheterprice riesce ad inserirsi nel circuito di sharing garantendo un risparmio netto sui costi.