bill gates microsoft

Nel mezzo dello scoppio diffuso di COVID-19, Bill Gates ha apparentemente deciso di “dedicare più tempo alle sue priorità filantropiche tra cui salute globale, sviluppo, istruzione e il suo crescente impegno nella lotta ai cambiamenti climatici”. Si sta dimettendo dal consiglio di amministrazione della società che ha co-fondato nel 1975. Sta facendo così anche con la sua posizione nel consiglio del Berkshire Hathaway. Rimarrà comunque un “consulente tecnologico” dell’attuale CEO Satya Nadella e di altri dirigenti.

 

Bill Gates lascia Microsoft in mane sicure secondo la sua visione

Gates ha pubblicato una dichiarazione su LinkedIn in cui afferma che “Ho preso la decisione di dimettermi da entrambi i consigli di amministrazione in cui prendo servizio – Microsoft e Berkshire Hathaway – per dedicare più tempo alle priorità filantropiche tra cui la salute e lo sviluppo globale, l’istruzione e il mio impegno crescente nella lotta ai cambiamenti climatici. La leadership delle aziende del Berkshire e di Microsoft non è mai stata così forte, quindi è giunto il momento di fare questo passo“.

In una dichiarazione, Nadella ha dichiarato: “Il consiglio ha beneficiato della leadership e della visione di Bill. Microsoft continuerà a beneficiare della costante passione e consulenza tecnica di Bill per portare avanti i nostri prodotti e servizi. Sono grato per l’amicizia di Bill. Non vedo l’ora di continuare a lavorare al suo fianco per realizzare la nostra missione di responsabilizzare ogni persona e ogni organizzazione del pianeta per ottenere di più“.

La mossa arriva venti anni dopo essersi spostato per diventare CEO di Steve Ballmer. Anche dodici anni dopo aver lasciato un ruolo ordinario nell’azienda e sei anni dopo essere stato presidente del consiglio di amministrazione.