WhatsApp: tutti gli smartphone che non hanno più supporto da questo mese

WhatsApp è attualmente l’app di messaggistica più utilizzata nel mondo, con circa 2 miliardi di utenti attivi, questo dato la rende il terreno ideale di truffe create appositamente per trarre in inganno gli utenti meno esperti.

Solitamente queste truffe si avvalgono o di messaggi ingannevoli o di catene di Sant’Antonio per riuscire a raggiungere quanti più utenti possibili, per poi rubargli i dati sensibili in loro possesso.

Una nuova truffa per San Valentino

Sta girando ultimamente una nuova truffa che, in caso cadiate vittima, permette al malintenzionato di entrare all’interno del dispositivo e rubare tutti i dati in esso contenuto.

La truffa si manifesta attraverso un messaggio, contenente un codice a 6 cifre, al cui interno si chiede di inoltrarlo ai propri contatti e di cliccare su di esso.

Cliccando sul codice, il messaggio vi reindirizzerà su una pagina web priva di scopo.

Così facendo però, si darà la possibilità a chi ha creato il messaggio truffaldino, di accedere a pieno ai dati dello smartphone su cui è stato ricevuto il messaggio, permettendo quindi di rubare password di eventuali account e dati bancari se presenti.

Si tratta del classico caso di truffa online tramite WhatsApp, che sta registrando il boom di episodi proprio in concomitanza di San Valentino, da qui il nome.

Quello che vi consigliamo è quindi di sospettare di eventuali messaggi che vi propongono una loro ulteriore diffusione, dal momento che nella totalità dei casi si tratta di malware creati appositamente per rubare i vostri dati e i dati di coloro a cui inoltrate il messaggio malevolo.