Alcuni telefoni sono state delle vere e proprie pietre miliari per lo sviluppo delle tecnologie attuali. Questo ha indotto gli utenti a considerare determinati smartphone o apparecchi ancor più lontani nel tempo dei gioielli di ingegno e innovazione, degni di essere preservati e ricordati nel tempo.

Molti sono i collezionisti interessati a determinati modelli, e non solo i più antichi: si passa attraverso invenzioni decisamente più contemporanee, oltre a considerare quelli che naturalmente sono stati i primi approcci al nuovo modo di intendere le comunicazioni.

Se dunque aveste uno di questi dispositivi, potreste farlo fruttare in maniera non indifferente. Alcuni valgono una vera fortuna.

Mobira Senator

Iniziamo da un modello estremamente interessante, in quanto in assoluto è stato uno dei primi tentativi di instaurare connessioni mobili per le chiamate. Classe 1981, questo telefono consisteva in un apparecchio collegato ad una cornetta e pesava ben 3 kg. Se piazzato nel mercato del collezionismo, potrebbe fruttare fino a 1000 euro.

Motorola DynaTAC

Qualche anno più tardi, nel 1984, usciva questa perla con una tiratura di soli 30.000 pezzi. La minor disponibilità di pezzi ancora in circolazione lo rende ancor più pregiato, pur avendo un design bianco decisamente discutibile e il peso (seppur ridotto rispetto al precedente) di 1 kg. Anche qui ci si attesta su un guadagno di circa 1000 euro, per quello che può essere considerato il primo portatile della storia.

Nokia 3310

Complici i meme e le immancabili battute, nell’immaginario comune questo telefono è ormai leggenda. C’è chi sarebbe disposto a pagare fino a 300 euro per averne un esemplare funzionante.

Ericsson T10

Andando avanti nel tempo si ritrova questo modello stupefacente, uno dei primi con lo sportellino apribile, che fece il suo ingresso sul mercato nel 1996. Uno dei più pagati sui siti di collezionismo, questo modello può fruttare anche 2000 euro.

Motorola Startac 70 Rainbow

Un modello assolutamente sui generis, quasi come le limited edition a cui oggi siamo abituati, che faceva dell’apertura a conchiglia e del proprio aspetto multicolor la sua cifra distintiva. E se di cifre dobbiamo parlare, anche questo gioiellino ben conservato può arrivare a valere la bellezza di €500.

Nokia 8800 Gold Arte

Ancora una limited edition, ma stavolta per davvero, perché il modello 8800 dell’imperatrice Nokia era completamente placcato in oro con degli inserti in vera pelle. Nelle aste online, sono stati guadagnati dalla sua vendita ben €1000.