4G-fallaMolti pensano ad acquistare il loro prossimo smartphone 5G ma per parecchi anni la rete 4G governerà il sistema di connettività mobile. Lo sanno gli utenti e lo sanno gli operatori. Nonostante questo permeano tutta una serie di dubbi in merito alla sicurezza. Alla flessibilità di un network che consente di sfruttare appieno la velocità dei Giga concessi con le offerte si corrisponde un pericolo. Non è perfetto in quanto al suo interno c’è un bug che consente di spiare i telefoni. Cosa che è stata scoperta per TIM, Wind, Tre, Vodafone e recentemente anche Iliad.

 

4G in pericolo: operatori telefonici tacciono un grave problema

Due importanti università hanno redatto un rapporto ufficiale. Si descrive la situazione della rete con particolare osservanza nei confronti di una falla per cui non c’è alcuna soluzione definitiva. Nello specifico è stato scoperto che il sistema 4G opera seguendo le direttive di tre protocolli:

  • connessione smartphone – rete
  • scambio dati tra telefono e network
  • sgancio smartphone dalla cella dell’operatore

Il problema di questo sistema di funzionamento è che non esiste alcun filtro di sicurezza contro gli attacchi del tipo man in the middle che possono essere sia di tipo attivo che passivo. Sono un vero problema in quanto mettono a repentaglio privacy e sicurezza di migliaia di utenti. Purtroppo non esiste una via risolutiva per il problema. Fortunatamente attacchi simili non sono cosa da affidare al primo malintenzionato di turno. Serve parecchia esperienza ed una adeguata strumentazione tecnica. Pochi possono permettersi di sferrare attacchi simili.