smartphone

Possedere lo smartphone con una batteria al 100% sembra essere la priorità di quasi tutti i consumatori in possesso di un dispositivo. Gran parte di loro utilizzano il loro smartphone per lavoro e serve completamente carico per necessità, mentre altri vogliono averlo sempre carico per sentirsi sicuri.

Gran parte dei possessori di un dispositivo carica il proprio durante la notte, ma sembra non essere un processo sicuro. In rete, infatti, la notizia in questione si è divulgata rapidamente scatenando diversi dubbi. Si tratta di una vera notizia oppure è soltanto l’ennesima bufala?

Smartphone in carica di notte: ecco la verità

Secondo alcune notizie che girano in rete da giorni, caricare lo smartphone di notte significa danneggiare il dispositivo e la batteria stessa. Fortunatamente non si tratta di una notizia veritiera.

Attualmente, tutti gli smartphone in commercio sono venduti insieme a dei caricabatteria capaci di rilevare il livello massimo della carica raggiunta per poi bloccarla anche se collegati alla corrente elettrica. Di conseguenza, nessuna batteria potrebbe bruciarsi in questo modo.

Un’altra notizia, invece, riguarda caricare lo smartphone durante la notte e vicino il proprio letto. In questo caso, c’è un filo di verità poiché il corpo rischia di assorbire per tutta la durata del sonno le onde elettromagnetiche che rilascia il dispositivo. Difatti, è da sempre sconsigliato tenere lo smartphone ad una distanza così ridotta dal proprio corpo durante la notte. L’unica alternativa potrebbe essere la modalità aerea oppure lo spegnimento totale del dispositivo così da ridurre la quantità di radiazioni rilasciate.