truffa credito telefonicoTante persone conoscono il disagio del credito azzerato per mano degli operatori TIM, Wind, Tre Vodafone e Fastweb. Esulano da questo contesto gli operatori virtuali ed Iliad che non fanno uso della piattaforma Premium MobilePay. Tale sistema, difatti, viene comunemente usato per attivare servizi indesiderati sul numero di telefono. Dello stratagemma ne sono chiare le dinamiche che conducono inevitabilmente alla sparizione dei soldi. Scopriamo come annullare gli effetti di questa pratica scorretta.

 

Credito che sparisce: risolto il mistero dei VAS nascosti all’interno delle offerte

Quando scegliamo di attivare una nuova offerta con uno dei suddetti operatori dobbiamo mettere anche in conto la presenza di alcuni potenziali servizi a sovrapprezzo tutti facenti capo alla sopra menzionata piattaforma.

Si presenta, secondo indicazioni, nella forma di un banner pubblicitario dal cui click scaturisce l’assenso all’utilizzo di alcune funzioni speciali di servizio come oroscopo, musica, suonerie, meteo ed altro. L’annuncio appare in maniera random ma ha sempre lo stesso risultato negativo sul credito telefonico. Arriviamo a pagare anche 10 o più euro al mese per ottenere quel qualcosa in più che tanto non volevamo.

Molti utenti si chiedono come sia possibile disdire l’abbonamento ed eventualmente ottenere nuovamente indietro il denaro speso. La soluzione consta in un contatto diretto con il Servizio Clienti del proprio gestore o nella modifica delle opzioni eventualmente presenti in app ufficiale per dispositivi mobili, se previsti.

Il risultato sarà che l’operatore dovrà disporre l’immediata chiusura del servizio in ogni sua forma e disporre il rimborso completo nel caso in cui la richiesta di disdetta non sia più vecchia di 24 ore rispetto all’ultimo prelievo fatto sul numero di telefono.