wind

Dalla fine dello scorso anno per tutti gli utenti di telefonia mobile sono entrate in vigore alcune novità per quanto concerne le operazioni di ricariche. In primis TIM e Vodafone e successivamente anche Wind hanno attuato delle modifiche.

Tutti i tre gestori hanno deciso di eliminare dal mercato le famose stretch card, le tessere con codice di 16 cifre. Le stretch card con valore minimo (quello da 5 e da 10 euro) non sono più disponibili nei punti vendita.

Wind, arrivano le nuove Ricariche Special nei valori da 5 e da 10 euro

In modo contestuale al ritiro delle stretch card, Wind ha ufficializzato il lancio di un nuovo metodo di ricarica: le Ricariche Special. 

Le Ricariche Special di Wind sono disponibili sempre nei formati minimi da 5 e da 10 euro. Rispetto alle operazioni standard, però, vi è una grande novità. A fronte di una spesa di 5 o di 10 euro, i clienti avranno a loro disposizione un credito residuo pari a 4 o 9 euro. Nelle Ricariche Special, infatti, è presente una sorta di commissione pari ad un euro, una commissione che però sarà propedeutica alla ricezione di un regalo per gli stessi clienti.

Coloro che decideranno di effettuare tale operazione riceveranno Giga illimitati da utilizzare nell’arco di 24 ore. Il bonus per la navigazione web sarà disponibile appena il credito sarà presente sul proprio profilo.

Contro questo genere di operazione, lo ricordiamo, nelle scorse giornate si è pronunciata l’AGCOM. L’ente a tutela dei consumatori ha sottolineato tutte le criticità rispetto ad un metodo di ricarica che non garantisce pieno credito residuo.