Tre dei migliori titani della tecnologia si stanno unendo per sviluppare uno standard di casa intelligente.

Apple Google , Amazon e Zigbee Alliance hanno collaborato per lanciare il nuovo gruppo di reti “Project Connected Home over IP” (o CHIP) .

L’obiettivo del progetto è semplificare lo sviluppo per i produttori e aumentare la compatibilità per i consumatori“, ha dichiarato Zigbee in un comunicato stampa.

 

Lo scopo della collaborazione tra i tre colossi della tecnologia

Uno standard di connettività domestica intelligente universale sarebbe compatibile con varie piattaforme, semplificando lo sviluppo del prodotto e riducendo i costi per gli sviluppatori.

Ma forse ancora più importante, potrebbe consentire alle persone di mescolare e abbinare i dispositivi, far funzionare Amazon Echo in cucina, Google Home in camera da letto e Apple Siri in viaggio, per non parlare delle centinaia di gadget IoT progettati per rendere la vita domestica più conveniente.

La tecnologia di ciascuno degli ecosistemi di case intelligenti delle società, Apple HomeKit, Amazon Alexa e Google Weave, contribuirà al nuovo standard aperto.

Una bozza iniziale è prevista per “fine 2020”.

Il progetto si basa sulla convinzione condivisa che i dispositivi domestici intelligenti debbano essere sicuri, affidabili e senza interruzioni“, secondo Zigbee Alliance .

Costruendo su IP (Internet Protocol)“, ha continuato il gruppo, “il progetto mira a consentire la comunicazione tra dispositivi domestici intelligenti, app mobili e servizi cloud e a definire un insieme specifico di tecnologie di rete basate su IP per la certificazione dei dispositivi”.

I membri del consiglio di amministrazione di Zigbee Alliance IKEA, Legrand, NXP Semiconductors, Resideo, Samsung SmartThings, Schneider Electric, Signify (ex Philips Lighting), Silicon Labs, Somfy e Wulian sono anche “a bordo” per unirsi al gruppo e contribuire al progetto.