vodafone-multa

Brutte notizie per Vodafone e Wind Tre che si sono recentemente visti “recapitare” una multa salatissima emessa dall’Antitrust. I due operatori sarebbero stati accusati di comportamenti scorretti nei confronti dei clienti, che non avrebbero ricevuto alcuna comunicazione riguardo ad una serie di promozioni vantaggiose.

Le cifre da pagare sono piuttosto elevate per i due operatori di telefonia. Wind Tre dovrà infatti sborsare 4,3 milioni di euro e Vodafone ben 6 milioni. La comunicazione è arrivata in una nota del Garante della Concorrenza nel corso degli scorsi giorni e riporta anche le motivazioni dietro questa aspra decisione.

Vodafone: ecco le motivazioni dietro le multe

La multa a Vodafone e Wind Tre arriva in violazione all’art.22 de Codice del Consumo. Sembrerebbe infatti che le due società abbiano cercato di coprire parte delle informazioni relative a delle offerte winback personalizzate per alcuni ex clienti. Questo avrebbe deliberatamente danneggiato gli stessi, sfavorendo tra le altre cose la normale concorrenza.

I contatti per le promozione sarebbero avvenute unicamente via sms e mancherebbero di informazioni chiare sulla fruizione delle offerte. I messaggi indicavano infatti solamente le condizioni del piano tariffario e gli eventuali costi, omettendo quindi tutto il resto, vitale per valutare la convenienza o meno della proposta.

Il cliente poteva quindi essere indotto in errore, fuorviato da quanto riportato dall’sms ricevuto. Inoltre sarebbe stato anche violato l’art.65 del Codice del Consumo, poichè entrambi gli operatori avrebbero deliberatamente attivato alcuni servizi aggiuntivi. Quest’operazione, tra le altre cose, senza l’espresso consenso del consumatore.

La risposta di uno dei due operatori non è tardata ad arrivare. Vodafone è infatti fermamente convinta di aver utilizzato una politica chiara e trasparente nei confronti dei propri clienti. Per questo motivo cercherà di dimostrare la sua buona fede nel tentativo di evitare la multa da 6 milioni di euro.