Man mano che il numero di satelliti e spazzatura spaziale in orbita continua ad aumentare, aumentano anche le possibilità che questi oggetti creati dall’uomo si scontrino tra loro, creando potenzialmente più detriti che potrebbero minacciare altri veicoli spaziali sani. Ora, un nuovo strumento mostra quanto sia affollata l’orbita terrestre monitorando gli oggetti dello spazio attraverso le loro chiamate ravvicinate ogni paio di secondi.

Chiamato “Demo del servizio di streaming della congiunzione”, lo strumento grafico illustra in tempo reale il numero assoluto di oggetti spaziali – da un assortimento di 1.500 oggetti in orbita terrestre bassa – che si avvicinano scomodamente l’uno all’altro in un periodo di 20 minuti. Mentre l’asse X tiene traccia del tempo, l’asse Y mostra la breve distanza tra due oggetti spaziali in avvicinamento, che vanno da cinque chilometri a zero chilometri. Sul grafico ci sono una serie di archi che dimostrano quando due frammenti di detriti si muovono rapidamente l’uno verso l’altro, avvicinandosi e poi allontanandosi rapidamente.

 

Detriti spaziali: c’è sempre un’abbondanza di archi sul grafico

Se l’arco è estremamente allungato, due oggetti hanno appena ricevuto una chiamata molto ravvicinata. E alcuni si avvicinano spaventosamente in pochi minuti. Anche ogni arco ha un codice colore che indica quali tipi di oggetti si stanno avvicinando. Gli archi verdi indicano due satelliti operativi che potrebbero potenzialmente spostarsi l’uno dall’altro. Gli archi gialli indicano un satellite mobile e un oggetto non manovrabile; gli archi rossi indicano due oggetti morti, che non hanno altra scelta che continuare il loro potenziale corso di crash. Ci sono molti archi rossi sul grafico.


La visualizzazione è la creazione di Moriba Jah, professore associato presso l’Università del Texas, specializzato nella localizzazione di detriti orbitali. Ha detto che l’obiettivo dello strumento è mostrare che gli oggetti si susseguono continuamente, nonostante la vastità dello spazio attorno alla Terra. “Le cose si incrociano a velocità molto elevate“, dice Jah notando che alcuni di questi oggetti si muovono di 15 volte la velocità di un proiettile. “Queste cose viaggiano molto, molto velocemente e sicuramente si avvicinano l’una all’altra. Le persone devono esserne consapevoli“.