finecoBrutte notizie per tutti i consumatori in possesso di un conto Fineco, in arrivo la rimodulazione che non ti aspetti con l’aumento del canone pari a ben 3,95 euro rispetto a quanto erano solitamente abituati a pagare.

Le variazioni contrattuali non sono più una prerogativa delle sole realtà della telefonia mobile (purtroppo chi non è stato “vessato” da situazioni di questo tipo?), anche Fineco, nata nel 1999, sta per apportare alcune modifiche che potrebbero scontentare tantissimi clienti.

 

Fineco: aumento del canone per i clienti

Se avete ricevuto un messaggio di posta elettronica da Fineco in cui venite avvisati dell’aumento del canone, purtroppo (almeno questa volta) non è una email truffaldina o un tentativo di phishing, lo potete riconoscere dal fatto che non sono presenti link interni, o collegamenti ipertestuali, verso altre pagine internet.

Tutto questo per rendere consapevole la clientela che a partire da Febbraio 2020 sarà necessario pagare 3,95 euro per mantenere attivo il contratto con la banca di riferimento. La cifra, stando a quanto diffuso, potrebbe non essere uguale per ogni singolo utente; ciò sta a significare che a conti fatti vi potreste ritrovare con un importo completamente differente (in genere inferiore rispetto al suddetto).

Per scoprirlo dovete semplicemente recarvi sul sito web e collegarvi in Home -> Gestione Conto -> Condizioni -> leggi dettagli; a questo punto visualizzerete le vostre personali condizioni contrattuali, in modo da sapere a quanto ammonterà il canone da versare, come cercare di evitarlo e come fare per eventualmente spostare il proprio conto altrove. Seguiranno aggiornamenti nel momento in cui verranno effettivamente comunicati.