dvb t2 decoderIn Italia sta per farsi strada il DVB T2. Per tutti coloro che ne ignorassero l’esistenza diciamo che si tratta del nuovo standard per il digitale terrestre. Il cambiamento è dovuto alla cessione delle frequenze a 700 Mhz che passano al 5G. Chi vorrà accedere a RAI e Mediaset dovrà necessariamente cambiare TV. In alternativa esiste un modo per avere tutto gratis. Scopriamo le novità.

 

DVB T2: quando e perché dovrò cambiare TV per guardare tutti i canali di un tempo

Per non perdersi il meglio degli show e degli eventi televisivi sul digitale terrestre avremo bisogno di passare ala nuova codifica. Per ottenere l’alta definizione si è scelto il codec HEVC che garantisce l’uso dei canali HD. Ciò vuol dire che tutti i palinsesti saranno in alta definizione.

Sul piano tecnico non cambierà molto per coloro che già posseggono una TV DVB T2. Il logo impresso a chiare lettere sulla scatola dei decoder o dei televisori è sinonimo di garanzia per l’accesso alla nuova piattaforma.

Non sempre, ad ogni modo, è garantita la compatibilità. Vecchi televisori con decoder DVB-T1 integrato o esterno si devono aggiornare. Si può scegliere se cambiare direttamente la TV o acquistare a parte un decoder DVB T2. In occasione degli sconti natalizi possiamo trovare sconti importanti. Con una spesa di 25 o 30 euro ci portiamo a casa un decoder con funzione EPG e registrazione programmi via USB. Tutti i canali continueranno a vedersi anche dopo la chiusura.

Chi acquista un decoder di ultima generazione, inoltre, gode del rimborso statale quale incentivo per il passaggio all’alta definizione dei canali. Si ottengono dai 25 ai 50 a seconda del reddito ISEE dichiarato per l’anno in corso. Ogni famiglia ottiene UN SOLO SCONTO valido per l’acquisto di un decoder.