Un nuovo social network creato dal fondatore di Wikipedia, Jimmy Wales, pare abbia superato i 200.000 membri in pochi giorni dal suo lancio. WT: Social, o WikiTribune, abbandona il modello basato sui dati reso popolare da Facebook, che monetizza i suoi utenti offrendo loro annunci mirati.

WikiTribune fa soldi in modo simile all’enciclopedia online Wikipedia, basandosi sulla “generosità dei singoli donatori”. Il numero di utenti rimane però solo una frazione degli utenti di Facebook, che è cresciuta fino a oltre 2 miliardi di utenti in tutto il mondo dal lancio nel 2004. Wales ha descritto il traguardo su Twitter come “ancora piccolo per gli standard globali, ma un inizio emozionante”. Il sito è una versione aggiornata della piattaforma WikiTribune originale che è stata lanciata per la prima volta nel 2017 come wiki di notizie in cui i volontari potevano scrivere e curare articoli. Allo stesso modo, il nuovo social network è focalizzato sulle notizie e ha lo scopo di affrontare il flagello descritto come “clickbait” che prolifera su altre piattaforme.

Wikitribune, il nuovo social network lanciato dal fondatore di Wikipedia ha superato i 200 milioni di iscritti

“Le notizie false hanno influenzato gli eventi globali e gli algoritmi si preoccupano solo del coinvolgimento e mantengono le persone dipendenti dalle piattaforme senza sostanza. WikiTribune vuole essere diverso. Non venderemo mai i tuoi dati. La nostra piattaforma sopravvive alla generosità dei singoli donatori per garantire che la privacy sia protetta e che il tuo spazio sociale sia privo di pubblicità”.

Dopo l’iscrizione, gli utenti sono invitati a selezionare subwiki adatti ai loro interessi, come partiti politici, squadre sportive o musicisti. Gli utenti sono in grado di modificare direttamente titoli fuorvianti o messaggi che ritengono problematici, oltre a contribuire con i propri contenuti.