novità WhatsAppIl fatto che un amico WhatsApp ci blocchi non deve causare scompensi. Può succedere per qualsiasi motivo. C’è anche questa possibilità. Per forzare l’opzione di blocco basta poco: una parola di troppo, un litigio o qualcosa di offensivo detto in un momento di rabbia. La guida ufficiale spiega che bloccare un contatto è davvero semplice. Altrettanto facile è trovare un punto di incontro che passa per un semplice trucco in uso da milioni di utenti pentiti. Ecco come fare.

 

Come sbloccare la chat con gli amici WhatsApp: il trucco per pacificare le parti

Per linee ufficiali il blocco chiude ogni possibilità di comunicare tra i contatti. Una volta che il nostro numero finisce in Blacklist è teoricamente impossibile visualizzare le informazioni del profilo altrui o contattarlo in qualsiasi momento.

Nel corso degli anni la necessità di riallacciare i rapporti ha portato alla creazione di numerosi tutorial adatti al caso. Sono sopraggiunti modi disparati per arginare il blocco. Tra questi vi sono state le app esterne da scaricare sul dispositivo. Ma la verità è che la cosa funziona con un solo metodo.

Aggirare il ban WhatsApp è relativamente semplice per chi ha la furbizia di sfruttare determinate condizioni. Per riuscire a comunicare con chi ci ha bloccato è necessario avere un complice che avvia una chat di gruppo. L’importante è che sia un amministratore. Riuscire a comprendere la dinamica di questa strategia non è difficile. Dopo aver creato il gruppo aggiunge l’amico bloccato e noi stessi. Si crea una conversazione allargata in cui il vincolo del blocco account perde di efficacia regalando una finestra aperta al contatto.