Uber inizierà a registrare tutto quel che dicono i passeggeri durante l’uso del servizio, memorizzando le registrazioni nell’app. Può sembrare allarmante soprattutto per la tutela della propria privacy, ma l’azienda in realtà vuole proteggere i propri utenti.

I passeggeri potranno decidere se usufruire delle registrazioni per qualsiasi tragitto o solo per alcuni specifici. Questa decisione apparentemente ambigua mira a tener traccia di tutto ciò che succede all’interno del veicolo in modo tale da tutelare il passeggero in caso di problematiche con il conduttore. La decisione è un altro tentativo dell’azienda di migliorare la sua immagine e la sicurezza garantita dal servizio in seguito ad alcune controversie.

La funzione arriverà in Brasile e Messico, a partire dal mese di dicembre per entrambi i Paesi. La società prevede quindi di lanciare il servizio anche in altri mercati. Con queste registrazioni, l’audio sarà archiviato e crittografato per proteggere la privacy e gli utenti saranno in grado di ascoltarli. In seguito possono condividere tali registrazioni con Uber se vogliono segnalare un problema.

Uber pone fine ai problemi tra passeggeri e conduttori grazie ad una nuova funzione che registra ciò che accade nel veicolo

La società afferma che la nuova funzionalità promuoverà la responsabilità e aiuterà il suo team addetto alla sicurezza ad adottare le misure più appropriate quando necessario. La funzione protegge inoltre la privacy poiché i conducenti o i passeggeri potrebbero registrare le conversazioni a loro insaputa. Invece, in tal modo sarà legale. Uber ha lottato nell’ultimo periodo per risolvere i vari problemi di sicurezza e ha anche accusato alcuni dei suoi autisti per aver aggredito e violentato i passeggeri. I controlli sono dunque inadeguati e questa funzione è un primo passo per aiutare i passeggeri ad avere più fiducia nel servizio.

Anche i conducenti sono stati vittime di attacchi. In Brasile, alcuni conducenti sono stati derubati o vittime di attacchi violenti durante l’utilizzo della piattaforma, come dichiarato dalla società in un deposito federale. L’azienda pubblicherà un rapporto sulla sicurezza quest’anno, che fa riferimento alle aggressioni sessuali e altri incidenti di sicurezza verificatisi negli Stati Uniti.