Truffe TIM, Iliad, Vodafone e Wind 3: ecco come viene prosciugato il credito

Il tempo a ormai insegnato a tutti che gli operatori telefonici possono dimostrarsi talvolta abbastanza ambigui nei confronti della clientela pagante. Che sia infatti TIM o un qualsiasi altro gestore, a volte basta un tocco sullo schermo per trovarsi in guai seri soprattutto per quanto concerne il credito residuo.

Spesso proprio questo viene prosciugato, anche involontariamente visto che vanno attivati alcuni servizi che si rivolgono a loro volta sul piano tariffario a pagamento degli utenti.  Tali servizi definiti VAS ovvero servizi a valore aggiunto, sono supportati da società terze rispetto agli operatori. Questi offrono alcune funzionalità aggiuntive a quelle che gestori come Vodafone, Wind, iliad e TIM permettono di avere. Si può trattare infatti di giochi, suonerie o magari servizi di qualsiasi altro genere che vanno pagati a parte e che di conseguenza sottraggono agli utenti il credito residuo.

 

TIM e gli altri operatori sottraggono il credito residuo agli utenti in maniera indiretta, ecco come fare per evitare tutto questo

Il rischio che gli utenti corrono con questa tipologia di servizi è davvero molto alto, e infatti sono tantissimi coloro che si ritrovano il proprio credito azzerato. TIM e gli altri operatori infatti riescono ad includere link all’interno di alcuni banner che compaiono improvvisamente sulle varie pagine che gli utenti visitano. Spesso con un solo click si può combinare un vero guaio.

Dopo le tante rimostranze inoltrate all’AGCOM, gli utenti sono riusciti ad ottenere una grande vittoria. Se ravvisata l’attivazione del servizio extra entro 24 ore, si può chiamare il proprio operatore ed avere diritto ad un rimborso della somma sottratta al credito residuo.