Smartphone intercettati

Le più moderne tecnologie permettono oramai di effettuare ogni genere di operazione ma non sempre queste ultime risultano essere etiche e tutelare l’interesse delle persone. Attraverso strumenti attuali e guide informatiche molto semplici, infatti, oggi è possibile spiare persino gli smartphone degli utenti attraverso le intercettazioni.

Possiamo ben immaginare che così facendo la privacy non sia compromessa, ma ben più, rendendo il tutto molto precario e spaventoso poiché la propria intimità è un diritto inviolabile e nessuno vorrebbe mai essere spiato, in alcun modo.

Smartphone intercettati: ecco come sapere se si è spiati grazie a tre codici

Per fortuna, così come esistono modalità per intercettare, esistono anche soluzioni in grado di offrire una difesa istantanea ed utile. Ad esempio, nel caso degli smartphone intercettati, gli strumenti più idonei a questo scopo sono tre codici che dovranno essere copiati e incollati nell’applicazione delle telefonate, proprio come se fossero un numero e si volesse effettuare una telefonata.

In particolar modo, le tre stringhe di codice da utilizzare sono:

  • #21# È il primo strumento, questo consente di scoprore se vi sono delle deviazioni in atto dal proprio smartphone quello di altri in relazione alle chiamate degli sms;
  • *#62# è la seconda stringa  e permette di  risalire al numero verso cui le deviazioni sono in corso;
  • *#*#4636#*#* è il terzo ed ultimo codice il quale consente di capire se il proprio smartphone è tenuto sotto controllo o no.

Informiamo, infine, i nostri lettori che l’ultima stringa ossia la più complicata è usufruibile solo per gli utenti che hanno uno smartphone Android.