inquinamento da smartphone

I nostri attuali smartphone sono dei device che ci accompagnano in ogni azione quotidiana: dalla semplice chat con i familiari su Whatsapp o Telegram, all’invio di mail per lavoro, oppure ancora, per postare foto sui Social di riferimento: Facebook, Instagram, Twitter. Se ci si sofferma a pensare però, si osserva come adesso risulta quasi “normale” spendere 1000 € per uno di questi ultimi ritrovati nel mondo della tecnologia.

Pensiamo a brand come Apple, Samsung, Huawei, Google e molti altri che oggigiorno dominano le classifiche mondiali nel panorama degli smartphone più venduti. Se pensiamo agli antenati degli attuali device, fa quasi sorridere il pensiero. Nonostante le funzioni limitate e gli anni alle spalle, nel mondo dei collezionisti possono valere una vera e propria fortuna. Tanti appassionati sono disposti a spendere cifre a tre zeri pur di avere uno d prodotto da collezione.

Smartphone e vecchi cellulari: ecco quelli che valgono fino a 2000 € nel mercato dei collezionisti

Il Nokia Mobira Senator è uno dei prodotti più innovativi dell’azienda finlandese. E’ stato prodotto nel 1987 ed è un dispositivo mobile con dimensioni enormi e batteria infinita. Adesso vale fino a 1000 € in ottimo stato.

Quanti di voi hanno posseduto un Ericsson? In particolare, il famoso T10, con un valore affettivo (per molti) alle stelle, e uno economico che supera i 2000 € nel mercato degli appassionati.

Pensiamo inoltre al famoso DynaTAC 8000X di Motorola, super ricercato e dall’immenso valore poiché è stato prodotto in sole 3000 unità nell’anno in cui uscì sul mercato.Arriviamo all’iPhone 2G, il primo vero melafonino della storia, che ha prezzi che si aggirano fra i 300 e i 1000 € fra i cultori del marchio e gli appassionati di collezionismo.