Canone Rai

Il Canone Rai è per tantissimi italiani una tassa inutile, ma sono comunque obbligati a sostenere il suo costo; a riguardo, lo Stato italiano è da tantissimi anni che cerca di combattere l’evasione fiscale e tutti i suoi evasori cronici che cercano di evitare il suo costo; attualmente sembra esserci riuscito perché dal 2016 ha deciso di introdurre il costo del Canone Rai nella bolletta della luce elettrica.

Il Canone Rai è obbligatorio per tutti i consumatori in possesso di un apparecchio o atto che recepisce il segnale del digitale terrestre, ma il web informa di alcuni consumatori esenti da questo costo per diritto; eccovi svelati tutti i dettagli a riguardo.

Stop al Canone Rai: ecco come non pagarlo

Tutti i consumatori che non hanno un apparecchio televisivo che recepisce il segnale del digitale terrestre possono effettuare la richiesta per non pagarlo più recandosi all’Agenzia delle Entrate; i consumatori devono compilare un modulo apposito e presentarlo per poi essere confermato da chi di dovere.

In alternativa però, alcuni consumatori possono non sostenere mai il più il suo costo se rientrano in una delle seguenti categoria:

  • I funzionari di un’organizzazione internazionale.
  • Tutte le persone con un’età uguale o superiore ai settantacinque anni e un reddito non superiore a 6.713,98 euro.
  • Tutti i funzionari o gli impiegati consolari come dice l’articolo quarantanove della Convenzione di Vienna del ventiquattro aprile 1963.
  • Tutti I militari di cittadinanza non italiana e/o che fanno parte del personale civile non residente in Italia di cittadinanza non italiana appartenenti alle forze armate della NATO come dice l’articolo dieci della Convenzione di Londra del diciannove giugno 1951.
  • Gli agenti diplomatici (articolo trentaquattro della Convenzione di Vienna del diciotto aprile 1961).