Nella notte tra sabato 26 e domenica 27 ottobre la lancette dei vostri orologi digitali andranno messi indietro di un’ora, dalle 3 fino alle 2. In questo modo, esattamente come ogni autunno, le giornate si “accorciano”: ciò significa farà buio molto prima la sera mentre si avrà più luce alla mattina, così fino a gennaio. Ricordiamo che l’ora solare rimane in vigore fino a domenica 29 marzo 2020.

Ora solare: l’ora in più di sonno che fa soffrire molti

Per evitare eventuali problemi di adattamento al nuovo orario, soprattutto per chi ha problematiche legate al sonno. Il suggerimento degli esperti è quello di cominciare qualche giorno prima a posticipare i pasti di poco tempo, così per l’orario per andare a riposare. Tra i sintomi più ricorrenti ci sono stanchezza, irritabilità, perdita di concentrazione fino ad arrivare a forte nausea e inappetenza.

Ora solare: dibattito sulla possibile abolizione

Il Parlamento europeo ha approvato la soluzione legislativa sull’abolizione dell’ora legale con 410 voti a favore, 192 contrari e 51 astensioni. Secondo la nuova legge, chi tra gli Stati europei deciderà di mantenere ancora per un pò l’ora legale dovrebbe regolare gli orologi per l’ultima volta domenica di marzo 2021, invece quelli che preferiscono mantenere l’ora solare dovrebbero spostare gli orologi per l’ultima volta domenica di ottobre 2021.