La leggerezza, è ciò su cui Dji ha puntato per questo nuovo modello in uscita a fine ottobre. Quanto pesa? 245 grammi. Oramai il mercato di questi volatili elettronici è veramente ampio, i prezzi spaziano dai 25 Euro fino ai modelli della medesima DJI che arrivano a costare ben migliaia di euro come il Matrice 600 Pro da 5.699 Euro.

L’apparizione nei cieli del nuovo modello DJI è stata vista per prima dall’ente americano  Federal Communications Commission (FCC). La novità importante da tenere in considerazione è il suo corrispettivo controller dedicato. FCC di conseguenza, ha rilasciato di conseguenza due autorizzazioni distinte.

Stando sotto la soglia di 250 grammi ciò significherebbe che gli acquirenti potranno evitare di registrare non solo i loro droni  ma anche qualsiasi esame pilota per pilotare il nuovo drone.

DJI Mavic Mini, tra fotocamera ed altre caratteristiche

Il passo ovvio di questo nuovo drone DJI sarebbe la fotocamera, perché pur essendo ultra-portatile, la casa americana vuole offrire un percorso accessibile nella fotografia aerea per i principianti.

Il successo di questo nuovo drone dipenderà davvero dal prezzo. Sarà interessante vedere quali caratteristiche e tecnologia DJI introdurre per giustificare un’altra spesa esistente tra gli Sparks e Mavic Air.

In ogni caso, c’è un ostacolo che DJI potrebbe trovare difficile da superare: non avere così facile spazio nel business dei droni di consumo nei mesi a venire. Skydio ha appena lanciato una proposta convincente per i piloti di droni nuovi ed esistenti.

Le poche informazioni ufficiali rivelano questa scheda tecnica:
  • Peso di circa 350 grammi
  • Lunghezza diagonale di 27 centimetri
  • Prezzo di lancio di 399 dollari
  • Video/fotocamera in grado di filmare in 4K e scattare foto a 12MP
  • Gimbal 3 assi
  • Connessione Wi-fi