La più nota applicazione per la messaggistica online, Whatsapp, si rinnova quotidianamente aggiungendo sempre nuove funzioni utili per l’utente. A breve infatti si attende l’introduzione dei messaggi temporizzati e dell’applicazione del tema scuro (la famosa dark mode di cui tanto si parla su iOS13 e su Android 10). Gli sviluppatori introducono sempre più novità che rendono il software sempre più smart e comodo per l’utente.

Molte volte questi cambiamenti sono così nuovi che sorprendono gli stessi utilizzatori, sia in bene che in male. Di fatto, secondo alcune dichiarazioni presenti sul sito ufficiale dell’applicazione, sembra che dal 2020 cesserà il supporto per numerosi device. Molti smartphone dovranno rinunciare all’utilizzo dell’app e i produttori stessi invitano i clienti ad acquistare prodotti più recenti per continuare ad usufruire del software per la messaggistica.

Tale decisione è stata veicolata dalla volontà degli sviluppatori di permettere all’utenza di godere al pieno delle potenzialità dell’App.

Leggi anche:  WhatsApp: utenti in fuga dall'app per via di un motivo incredibile

WhatsApp: dal 2020 questi smartphone non potranno più installare la famosa App

Partiamo dai famosi Windows Phone di Microsoft che saranno tagliati fuori già dal prossimo 31 Dicembre 2019. Seguiranno la stessa sorte gli iPhone aggiornati ad una versione inferiore della 7° e i device che hanno a bordo ancora Android 2.3.7 (o inferiore). Per tali prodotti si prospetta la fine entro il 1 Febbraio 2020.

Già sul finire del 2018, Whatsapp aveva escluso i modelli di telefoni con Symbian S40 di Nokia, con la motivazione che per godere delle nuove funzioni, i vecchi cellulari non avevano la potenza necessaria.

Produttori del calibro di Microsoft suggeriscono ai consumatori di effettuare un corposo backup entro le date prefissate (tramite Google Drive, il procedimento è semplicissimo e potete legger da qui come si può fare) e di acquistare uno smartphone più aggiornato e al passo con i tempi.