RAI canone GratisIl phishing colpisce anche RAI che nulla ha a che vedere con l’ultima truffa che propone falsi rimborsi del canone addebitato nella bolletta elettrica. Gli utenti stanno ricevendo un messaggio che sembra prevenire dall’emittente radiotelevisiva nazionale. NON ha nulla a che vedere con il fornitore locale. Rappresenta soltanto l’ennesima trovata fraudolenta di qualche manigoldo, concepita a margine di un intervento di abolizione ancora in discussione. Ecco perché bisogna stare attenti e come riconoscere ed evitare il messaggio.

 

Canone RAI addio: falso allarme ma l’allerta resta alta per il messaggio pericoloso che fa il giro della rete

Il sistema è sempre lo stesso. Si riceve un messaggio con un link allegato e si viene dirottati verso un sito sospetto che raccoglie tutti i nostri dati personali prelevando ingiustamente soldi dai conti correnti. Ricordiamo che l’unico modo per richiedere l’esenzione passa per vie legali accreditate dall’Agenzia delle Entrate che distribuisce il modulo online F 24 per la richiesta.

Leggi anche:  Canone Rai rimborsato: un nuovo messaggio spaventa gli utenti

Detto questo, è chiaro che un messaggio con Oggetto: “RE: Rimborso RAI – A8005W” non è assolutamente credibile. Come prima cosa è impossibile che il servizio disponga del nostro indirizzo email. In secondo luogo non è stato comunicato nulla sul sito ufficiale, cui fare sempre affidamento per ogni genere di comunicazione. I meno cinici hanno aperto il messaggio e cliccato sul collegamento Internet, finendo con il concedere tutti i loro soldi ai criminali informatici.

Bisogna fare ATTENZIONE ad eliminare subito il contenuto senza inoltrarlo ad altri contatti e senza accedere al link che viene indicato. Infine, non aprire nessun allegato di posta visto che potrebbe essere altrettanto pericoloso.