google punta energia rinnovabile

Google punta forte sullo sviluppo di energie rinnovabili acquistando ciò che le serve per far funzionare gli uffici e i data center della sua complessa rete direttamente dai produttori green. Non a caso l’azienda di Mountain View ha l’invidiabile record di aver centrato l’obiettivo del 100% di energie rinnovabili, mentre studia altri nuovi accordi per acquistare energia da fonte solare ed eolica in vista del futuro.

Con questa estensione nella rete di ricerca di fonti rinnovabili, Google accumulerà altri 1.600 megawatt di energia pulita si sommerà al totale di circa 5.500 MW già acquistati. In pratica, l’azienda di sta dotando della capacità di un milione di pannelli solari investendo in fonti provenienti dagli Stati Uniti, dal Cile e dall’Europa.

 

Google punta sull’energia rinnovabile: botta e risposta con Amazon

Il valore stimato dell’investimento di Google si stima in oltre 2 miliardi di dollari, distribuiti principalmente in energia basata sull’eolico e sulla produzione di energia solare nel frattempo diventata sempre più conveniente.

Leggi anche:  Google Assistant, la nuova versione arriverà presto in altri tre Paesi

Come afferma Sundar Pichai, CEO di Google:nel corso degli anni abbiamo lavorato duramente per ridurre il carbon footprint delle nostre attività, realizzare prodotti pensando alle persone e al pianeta, e guidare il cambiamento su larga scala attraverso le nostre catene di approvvigionamento.

Ma anche in questo ambito non ci sono dei movimenti di denaro in maniera disinteressata, poiché le politiche green di Google s’innestano in un botta e risposta con Amazon. Infatti, Jeff Bezos si è in questi giorni impegnato nella sfida di raggiungere con dieci anni di anticipo i risultati dell’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici. Amazon punta a tagliare alle emissioni zero entro il 2040, mentre entro il 2030 anelerà al 100% di energie rinnovabili usate dalle sue infrastrutture.