Amazon

La piattaforma di e-commerce Amazon ha finalmente deciso di mettere a disposizione anche in Europa, il proprio servizio anti-contraffazione chiamato Project Zero. Si tratta di una combinazione di tecnologie avanzate e machine learning per aiutare tutti i brand presenti sulla piattaforma ad individuare le versioni false dei propri prodotti.

Più precisamente il servizio è da pochi giorni sbarcato in Francia, Germania, Spagna, Regno Unito e finalmente anche in Italia. Oltre 3000 brand hanno già iscritto i propri marchi al progetto. Ecco tutti i dettagli.

 

Amazon Project Zero sbarca in Europa, ecco i dettagli

Ecco le parole del Vice President Amazon Customer Trust and Partner Support, Dharmesh M. Mehta: “Lanciato all’inizio di quest’anno negli Stati Uniti, Project Zero combina un insieme di tecnologie avanzate, machine learning e l’innovazione di Amazon assieme alla approfondita conoscenza che i brand hanno della loro proprietà intellettuale e dei modi più idonei per individuare le versioni contraffatte dei loro prodotti“.

Leggi anche:  Amazon: offerte da capogiro per battere Euronics e MediaWorld

Ha continuato poi dicendo: “Oltre 3.000 brand hanno già iscritto propri marchi a Project Zero negli Stati Uniti e siamo entusiasti di dare il benvenuto ad altri brand che si stanno unendo a noi per portare a zero le contraffazioni in Europa. Project Zero è basato sul lavoro e sugli investimenti che portiamo avanti da tempo per garantire che i clienti ricevano sempre prodotti autentici quando fanno acquisti su Amazon. Project Zero offre questa garanzia attraverso tre potenti strumenti di cui abbiamo già constatato l’efficacia negli Stati Uniti“.

La tecnologia utilizzata dalla piattaforma esegue una scansione continua all’interno degli store dei brand che hanno appoggiato il progetto. Pensate che dal giorno del suo lancio, Project Zero ha già bloccato oltre 65 milioni di offerte considerate sospette.