huawei-italia-5g-esclusione

Se da un lato l’attuale situazione di Huawei nel mercato degli smartphone non è esattamente delle migliori, anzi, al contrario la compagnia risulta essere nelle posizione dominante per quanto riguarda il 5G. Il colosso cinese risulta essere il principale fornitore di infrastrutture dedicate a questa rete di nuova tecnologia per diversi paesi. Nell’ultimo periodo gli Stati Uniti hanno provato a convincere i paesi alleati ad abbandonare queste partnership. Tra le nazioni alleate c’è anche l’Italia la quale all’inizio sembrava aver continuato per la propria strada, ma qualcosa è cambiato.

Secondo il presidente di Huawei Italia, Luigi De Vecchis, l’ultima audizione della commissione Trasporti e Tlc della camera discrimina la compagnia cinese. Ecco una parte della dichiarazione dell’uomo: “Il quadro normativo sul Golden Power che va delineandosi rischia di mettere Huawei in una posizione di difficoltà tale da discriminarla dalla competizione“. L’eslusione dal nostro mercato potrebbe costare a quest’ultima 55 miliardi di euro e nello stesso momento anche 15 miliardi per il nostro paese.

 

Huawei, la rete 5G e l’Italia

Il futuro di questa tecnologia sarà rosea visto che verrà sfruttata in diversi campi e non sarà soltanto una nuova rete più veloce per i nostri smartphone. Le applicazioni saranno molteplici e le compagnie che prenderanno parte alla messa in opera delle infrastrutture dedicate avranno soltanto che da guadagnarci. Come detto la compagnia cinese è il leader mondiale in questo campo e la sua esclusione potrebbe essere una perdita a livello di competenze. Di sicuro tutto questo non finirà qua e sarà interessante vedere gli sviluppi.