Wind

Il roaming a costo zero è diventato una certezza per tutti i cittadini dell’Unione Europea che si mettono in viaggio. Anche in Italia, TIM, Vodafone, Wind Tre ed Iliad si sono adeguate alla norma che consente navigazione internet a costo zero nei 28 paesi dell’Unione Europea. Dopo una prima fase di benestare, però, negli ultimi tempi sono apparse evidenti alcune contraddizioni.

 

Wind, un particolare algoritmo per conoscere i Giga per il roaming

In giro per tutta Europa si è creata una sorte di voce unica dei consumatori contro i provider telefonici. A più riprese i consumatori hanno segnalato come i Giga per la la permanenza all’estero fossero ridotti il più delle volte al minimo indispensabile. Nella prima parte del 2019 però si sono verificati alcuni cambiamenti.

Leggi anche:  Tim e Vodafone permettono di inviare messaggi anonimi

Prendiamo in considerazione il caso di Wind. Il gestore arancione – unico insieme a Vodafone – ha ascoltato le voci di protesta dei consumatori ed ha deciso di rimodulare le soglie per il roaming dall’estero. Per calcolare i Giga da utilizzare fuori Italia ora è disponibile un nuovo algoritmo. Tutti i clienti Wind possono verificare la quantità di Giga a disposizione semplicemente collegandosi a questo sito internet.

La formula basilare pensata da Wind per il calcolo del roaming è molto semplice. L’operazione da effettuare è la seguente: prezzo della ricaricabile /(diviso) 5,49 x (per) 2.