google-fuchsia-sito-sviluppatori

Mentre Huawei sta ultimando lo sviluppo dell’alternativa, a questo punto quasi obbligatoria, Google sembra stia facendo lo stesso. Da ormai più di due anni si è scoperto che gli sviluppatori della grande G sono al lavoro per mettere insieme un sistema operativo nuovo di zecca il cui il nome al momento è Fuchsia OS. Difficile ipotizzare che quando uscirà quest’ultimo il robottino verde continuerà a ricevere nuovi aggiornamenti, ma è più logico che ci sia un cambio netto; è una speculazione, ma farsi auto-concorrenza con due sistemi operativi ha meno senso.

Di informazioni sparse in merito a Fuchsia OS in questi mesi ne sono comparse, ma di recente ne è arrivata una molto particolare e significativa. Sembrerebbe che Google abbia aperto un sito dedicato agli sviluppatori da cui si possono apprendere degli aspetti interessanti. Per esempio il fatto che il nuovo sistema operativo non sarà basato su Linux come l’attuale Android, ma su un altro kernel.

Google Fuchsia

Secondo il sito viene sfruttano il microkernel Zircon la cui particolarità è che può sfruttare un’assai più piccola quantità di software per eseguire l’interno sistema. Nonostante questa diversità importante tra le due creazioni di Google, apparentemente per gli sviluppatori risulterà molto semplice trasferire le app da un OS all’altro; potrebbe essere un altro aspetto che sottolinea l’intenzione di rendere quest’ultimo come il successore di Android.

L’aspetto delle applicazioni, e dei servizi, è sempre la parte più importante per un sistema operativo. Anche l’alternativa Huawei dovrà basarsi per buona parte su questo se non sarà un fallimento. Nonostante il probabile dietrofront degli Stati Uniti comunque il colosso cinese porterà a termine il proprio sviluppo giusto per non dover basare il successo della propria compagnia sugli umori del governo americano.