tesla dashcam

Siamo negli USA, nello stato del Maryland, dove sulla strada sfreccia una potente Dodge Durango che causa un terribile schianto coinvolgendo altre tre automobili. Quando interrogato dalla polizia, il guidatore del veicolo ha pensato di farla franca mentendo sulla dinamica dell’incidente. Ma mentire alle forze dell’ordine non è mai una buona idea, soprattutto se ignoriamo che sul luogo dello schianto c’era una Tesla Model 3 con la sua preziosa dashcam attiva.

Non a caso le forze di polizia hanno interrogato tutti i possibili testimoni dell’incidente, e il proprietario della Model 3 ha prontamente aiutato le autorità a chiarire la dinamica fornendo copia delle registrazioni provenienti dalla sua dashcam. Il conducente della Durango aveva dichiarato di aver cercato di evitare un’altra macchina andata via a tutta velocità, quando invece il video lo inchioda alle sue responsabilità.

 

Tesla: la sua dashcam inchioda un auto che ha causato un incidente

Ma, come detto, la versione del pirata è stata puntualmente smentita dal filmato girato dalla dashcam della Model 3, che ha ripreso tutta la scena con dovizia di particolari anche prima dell’effettivo schianto. Come si vede nel video, la Durango era sfilata a folle velocità proprio di fianco alla Tesla. Ne è rimasta molto colpita la polizia poiché, dopo aver appurato che l’incidente non aveva causato feriti, ha mostrato interesse per questa preziosa feature della Model 3 giunta in loro soccorso.

Le forze dell’ordine si stanno accorgendo dei vantaggi di queste dashcam montate nei veicoli e, sebbene anche noi possiamo montarne una nel nostro abitacolo, quella in dotazione alla Tesla è di classe superiore. Il perché risiede nel fatto che le auto di Musk e soci sono dotate di un sistema integrato di videocamere che avvolge l’intero profilo dei veicoli.