telefoni cellulari rari

Moltissimi di voi avranno conservato nei cassetti i vecchi telefoni. Un po’ per nostalgia, un po’ perché sono pezzi della vostra vita passata, ma sicuramente sono il simbolo di un’intero decennio che ha permesso di renderci uniti come mai prima di quel momento.

Alcuni dei modelli più famosi (o anche i più rari) come gli “star-tac” o i “Nokia 3310” e i “Sony-Ericcsson” possono valere un patrimonio nel mercato dell’usato fra i collezionisti.

Sebbene la tecnologia faccia passi da gigante, e se pensiamo ai nostri smartphone attuali, sembra passata un’intera era geologica rispetto ai vecchi telefonini. E’ passata un’intera decade da quando con il telefono si poteva soltanto chiamare o mandare messaggi testuali. Adesso in pochissimo e in maniera smart si possono perfino fare video in altissima risoluzione, editing, e giocare con i giochi in realtà virtuale aumentata.

Non dimentichiamo gli smartwatch, gadget futuristici su cui i bambini degli anni ’80 e 90 fantasticavano senza sosta, adesso sono finalmente una realtà. Il 5G inoltre darà quella ventata di novità alle telecomunicazioni e alle attuali applicazioni di cui si sente tanto il bisogno.

Leggi anche:  Telefoni preistorici: questi modelli ti regalano 1000 euro

Non buttate via i vostri vecchi cellulari

Il vecchio cellulare oggi potrebbe valervi una fortuna. Infatti, ci sono modelli molto ambiti nel mercato dei collezionisti, che possono valere un patrimonio. Stiamo parlando del Motorola DynaTAC 800X uscito nel 1973 per mano di Martin Cooper, ingegnere dell’azienda americana. Al giorno d’oggi vale fino a 1000 Euro, così come il Nokia 6110 e il primissimo iPhone 2G uscito nel lontano 2008. Il cellulare più ambito però, rimane il Nokia Mobira Cityman, che permette ai fortunati possessori, di guadagnare fino a 9500 Euro!