tim-cook-cina-va-bene-tonino-iphone

Tim Cook, CEO di Apple, una delle più grandi società tecnologiche del mondo, è ottimista riguardo l’azienda che non si trova ad affrontare la guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina. Dice che finora, i prodotti Apple sono riusciti a sfuggire alle ricadute dell’escalation della guerra commerciale del presidente Donald Trump con la Cina. È ottimista che rimarrà tale.

La sua osservazione arriva dopo che Pechino ha recentemente affermato che avrebbe imposto una tariffa del 25% sui beni degli Stati Uniti. Ciò come rappresaglia per il piano di Trump di aumentare le tariffe sulle merci importate dalla Cina. Secondo gli analisti, il costo degli iPhone potrebbe aumentare fino al 14%, ma non è ancora successo, ha detto Tim Cook.

Tim Cook dice che la Cina non ha preso di mira Apple

In un’intervista a CBS News, Tim Cook ha affermato che “i cinesi non hanno preso affatto di mira Apple, e non prevedo che ciò accada, per essere onesti.” Tuttavia, ha ammesso che una tariffa su iPhone avrebbe danneggiato le vendite del smartphone.

Leggi anche:  Apple ha finalmente rilasciato iOS 12.3.1 per iPhone, ecco le novità

Ha aggiunto: “Spero che ciò non accada. La verità è che l’iPhone è fatto ovunque. E così, una tariffa su iPhone farebbe male a tutti quei paesi.” Le tariffe cinesi sono state annunciate come rappresaglia per Trump che promette di aumentare le tariffe dal 10 al 25% su circa 200 miliardi di dollari di importazioni dalla Cina. Molti nei settori della tecnologia e delle telecomunicazioni hanno avvertito che ciò danneggerà i consumatori e le imprese americane.

L’intervista del CEO di Apple Tim Cook arriva sulle colline di Worldwide Developers Conference (WWDC) a San Jose, in California. Durante la presentazione principale, l’azienda ha introdotto diverse nuove funzionalità per iOS 13, un nuovo Mac Pro, un nuovo sistema operativo per iPad denominato iPadOS e altro ancora.