Il roaming a costo zero è una realtà per tutti i cittadini europei da quasi due anni. Gli utenti che hanno un abbonamento con TIM, Vodafone, Wind Tre o Iliad hanno la facoltà di navigare in maniera gratuita nei 28 paesi dell’Unione Europea. Alla fine di un periodo di luna di miele, sono emerse alcune complicazioni riguardanti lo stesso roaming,

 

Wind lancia un nuovo algoritmo per calcolare i Giga da utilizzare all’estero

Le ire dei consumatori del continente si sono scagliate a più riprese contro tutti i gestori telefonici. Stando alle segnalazioni giunte da tutta Europa, i Giga disponibili per i propri viaggi sarebbero pochi a confronto delle tariffe domestiche. La questione è arrivata sui banchi delle istituzioni europee in questo 2019, ed ora molti operatori hanno rivisto le soglie per internet all’estero.

Leggi anche:  Wind All Inclusive Senior Online con attivazione gratuita

Wind è stato il primo gestore –  insieme a Vodafone – modificare le sue norme. Il provider arancione ha difatti cancellato tutte le polemiche, aumentando le soglie di consumo in Europa. A differenza di un anno fa, ora il calcolo dei Giga è vincolata al calcolo proveniente da un algoritmo. Le soglie sono personalizzate da utente ad utente: per scoprire i Giga disponibili sul proprio profilo, i clienti devono collegarsi al sito ufficiale del gestore.

In linea di massima c’è una formula utilizzata da Wind: per calcolare i Giga bisogna attenersi a tale operazione: prezzo della ricaricabile /(diviso) 5,49 x (per) 2.