amazon-web-services-cloud
Mentre Apple cerca di espandere il proprio business di servizi per compensare la perdita delle vendite di iPhone, nuove informazioni hanno rivelato che la società spende più di $ 30 milioni al mese sul servizio cloud di Amazon AWS.

Le spese cloud dell’azienda mostrano quanto sia determinato a fornire servizi online come iCloud in modo rapido e affidabile, anche se deve dipendere da un rivale per farlo.

Apple spenderà oltre $ 300 milioni in AWS quest’anno

I clienti Apple utilizzano più di un miliardo di dispositivi ogni mese. Questo ha portato i suoi requisiti di elaborazione e archiviazione a crescere immensamente. La società sta pianificando di costruire la propria infrastruttura per gestire questo afflusso di dati degli utent. Nel gennaio 2018 ha annunciato l’intenzione di spendere $ 10 miliardi in centri dati negli Stati Uniti entro cinque anni.

Apple dipende da piccoli fornitori di servizi cloud di terze parti per fornire i propri servizi, ma si affida anche a grandi cloud provider come AWS e Google. Microsoft ha fornito strumenti cloud alla società in passato. La società ha rivelato di utilizzare AWS per l’archiviazione iCloud, ma non ha rivelato se altri servizi Apple utilizzano AWS o altri cloud di terze parti.

Leggi anche:  Cellulari vintage: vietato buttarli, alcuni valgono un occhio delle testa

Alla fine di marzo di quest’anno, la spesa di Apple era in linea con una media di oltre $ 30 milioni al mese nel primo trimestre. Secondo coloro che hanno familiarità con la questione, questo sarà superiore di oltre il 10 percento rispetto allo stesso periodo di un anno fa.

Se Apple continuerà a utilizzare AWS a quei livelli per il resto dell’anno, la sua spesa annuale sui servizi cloud di Amazon supererebbe i 360 milioni di dollari.

Le spese cloud dell’azienda continueranno probabilmente per il prevedibile futuro in quanto ha recentemente firmato un accordo che prevede un impegno a spendere almeno $ 1,5 miliardi su AWS nel corso di cinque anni.

Apple non è l’unica azienda a stipulare un accordo a lungo termine con Amazon per i suoi servizi cloud. Lyft, Pinterest e Snap si sono impegnati a pagare rispettivamente 300 milioni di dollari, 750 milioni e 1,1 miliardi di dollari per i suoi servizi nei prossimi anni.