Netflix vs Disney

La piattaforma di contenuti in streaming Netflix deve essere pronta per darsi battaglia con il nuovo servizio Disney Plus, anche se dopo i recenti avvenimenti, parte abbastanza svantaggiata.

Primo tra tutti l’aumento del prezzo degli abbonamenti negli Stati Uniti e sicuramente l’abolizione dei 30 giorni di prova gratuiti in Italia. Disney ha appena annunciato il proprio servizio streaming dal costo abbastanza contenuto. Ecco i dettagli.

 

Netflix vs Disney, la battaglia è iniziata

La piattaforma Netflix vuole mantenere solida la propria fetta di mercato, Disney ha invece intenzione di entrarci con il botto. La competizione è ormai evidente, e continuerà ad aumentare. Disney + ha tutte le potenzialità per battere il dominio di Netflix, sia negli Stati Uniti che in tutto il resto del mondo. Quest’ultima infatti ha intenzione di proporre un’offerta contenutistica che punta sugli appassionati della casa di topolino e dei cinecomic.

All’appello mancano ancora dei contenuti Fox, sicuramente essenziali per spostare il target verso un pubblico più adulto. Sicuramente durante il primo anno di lancio, la situazione per Netflix andrà a complicarsi, anche se ha già scelto alcuni contenuti originali per controbattere all’arrivo del nuovo rivale. Come ricorderete negli ultimi mesi sono spariti dalla piattaforma storica tutti i contenuti Marvel. Per compensare l’assenza di questi contenuti, la piattaforma ha deciso di investire di più sula realizzazione di contenuti originali.

Leggi anche:  Netflix cancella le serie televisive: brutta notizia per gli abbonati

Molti di questi contenuti però, fino ad ora non si sono rivelati all’altezza, altri invece sono riusciti a coinvolgere un gran numero di utenti, come nel caso del film Roma. La piattaforma ha intenzione di investire ben 13 miliardi di dollari nel 2019, anche se il dato non è ancora ufficiale. Dall’altra parte Disney + presenterà delle nuove serie TV con alcuni dei protagonisti più amati di sempre. In Europa per l’abbonamento si dovrà attendere il 2020, e l’azienda ha deciso di puntare su un prezzo decisamente economico, solo 6.99 dollari al  mese o 69.99 dollari all’anno.