Ancora cattive notizie per alcuni clienti sia di telefonia mobile che fissa: è in arrivo una nuova ondata di rimodulazioni che potrebbe causare addebiti indesiderati per gli utenti.

Prima di proseguire, si ricorda a tutti i clienti coinvolti dalle rimodulazioni che, trattandosi di modifiche unilaterali del contratto, qualora questi non volessero accettare tali variazioni, ai sensi dell’art. 70, comma 5 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche, potranno recedere dal contratto o passare ad altro gestore telefonico senza penali né costi di disattivazione entro l’ultimo giorno di validità delle condizioni precedenti.

Passiamo ora a scoprire nel dettaglio cosa dovranno aspettarsi alcuni clienti Vodafone, TIM, Wind e Tele Tu dalle rimodulazioni tariffarie indette dagli operatori.

Rimodulazioni tariffarie: gli aumenti di Vodafone, TIM, Wind e Tele Tu

Cominciamo con Tele Tu, vecchio provider di proprietà Vodafone ma non più attivabile. A partire dal 23 Luglio, alcune offerte subiranno un aumento di 2,99 euro in più al mese. Sono esclusi dalla rimodulazione tutti quei clienti che hanno sottoscritto un’offerta con una promozione valida per sempre con l’operatore, la pubblica amministrazione e le linee a consumo.

Rimodulazioni in arrivo anche per i clienti Wind. L’operatore ha infatti di recente comunicato che, a partire dal prossimo 5 Giugno, l’offerta Noi Unlimited + subirà un aumento pari a 2 euro in più al mese.

Leggi anche:  Vodafone vince ancora: la promo dell'anno costa 7 euro ed ha 50GB in 4.5G

Tripla rimodulazione per i clienti Vodafone. La prima entrerà in gioco il 7 Luglio ed interesserà le offerte Internet Unlimited, Internet Unlimited +, Internet & TV Sport, Vodafone One e Vodafone One Pro TV di linea fissa attivate tra il 25 Marzo e il 30 Novembre 2018, il cui canone mensile subirà un aumento di 2,99 euro. La seconda, invece, riguarda il piano dati Internet Abbonamento che, a partire dalla prima fattura emessa dopo il 14 Luglio, subirà un aumento pari a 5 euro in più al mese. La terza, infine, coinvolge alcune offerte di telefonia fissa il cui canone mensile subirà un aumento tra i 0,89 centesimi ed i 3,99 euro. I clienti interessati ne stanno ricevendo in questi giorni una comunicazione ufficiale in cui viene definito anche l’importo dell’aumento.

Per quanto riguarda TIM, infine, l’operatore ha comunicato che a partire dal 28 Aprile, alcune offerte ricaricabili non più in commercializzazione subiranno un aumento di 1,99 euro in più al mese.