Netflix

Il colosso dei contenuti in streaming Netflix ha deciso di alzare i prezzi dei propri abbonamenti mensili del 13-18%, per il momento solamente negli Stati Uniti. D’ora in poi i clienti americani pagheranno quasi 9 dollari al mese invece di 7.99 attuali.

La piattaforma ha inoltre deciso che il prezzo per gli abbonamenti HD salirà di 2 dollari, da 10.99 a 12.99 al mese. La borsa sembrerebbe aver apprezzato questa scelta ma scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Netflix ha aumentato i propri abbonamenti negli Stati Uniti, per il momento

All’interno di una nota rilasciata dall’azienda si può leggere: “cambiamo i prezzi di tanto in tanto, mentre continuiamo a investire nell’intrattenimento e migliorare l’esperienza dei clienti“. Dopo questo annuncio, come anticipato precedentemente, le azioni Netflix sono salite in borsa del 6%, per un totale del 30% dall’inizio dell’anno.

Negli Stati Uniti, il prezzo annuale di Netflix rimane comunque inferiore rispetto a quello di HBO, canale dove viene trasmesso anche il famosissimo Trono di Spade. L’abbonamento di quest’ultimo è di ben 35 dollari al mese, mentre quello di Amazon Prime è di 13 dollari al mese. Gli aumenti in questione per il momento riguarderanno tutti i nuovi abbonati e, nel’arco di tre mesi, verranno estesi anche ai già clienti.

Leggi anche:  Netflix potrebbe non avere più l'onore di trasmettere Friends

Dopo l’annuncio degli aumenti, la piattaforma ha voluto specificare che: “L’aumento negli Usa non significa un aumento in altri Paesi. Gli aumenti di prezzo sono specifici ad ogni paese e l’aumento negli Stati Uniti non influenza o indica un cambio di prezzo locale“. Per il momento quindi l’Italia sembrerebbe esclusa da questa iniziativa, vedremo con il passare del tempo.