Rocket League sony microsoft nintendo

Dopo anni di annunci, smentite e ipotesi, il cross-play tra console è realtà. Gli utenti PlayStation 4, Xbox One e Nintendo Switch si potranno sfidare reciprocamente su Rocket League. Il titolo infatti è entrato nel Programma PlayStation Cross-Play attualmente in versione Beta.

Gli utenti che avvieranno sul Rocket League una partita in multiplayer potranno sfidare avversari scelti casualmente tra gli utenti Sony, Nintendo e Microsoft. La funzione è attiva su tutte le modalità di gioco, inclusa anche la selezione casuale e le modalità Extra.

Per assicurarsi che la modalità Cross-Platform sia attiva, basterà recarsi nel menù principale e selezionare la voce “Opzioni”. Una volta entrati nel menù bisogna controllare se nella categoria “Gameplay” è attiva la voce “Cross-Platform Play“. Gli sviluppatori hanno assicurato che questa modalità è attiva di default, ma ovviamente chi non volesse usufruirne, può tranquillamente disattivarla.

Nel corso dello sviluppo, è previsto anche l’arrivo dei party in cross-platform. Sarà implementato un party system specifico per supportare tutte le console e migliorare l’esperienza di gioco.

La software house Psyonix può ritenersi più che soddisfatta del risultato raggiunto. Infatti Sony si è sempre opposta al gioco in multiplayer attraverso cross-play nonostante le richieste della community. Microsoft invece ha sempre mostrato la propria apertura, introducendo prima la possibilità di giocare tra utenti Xbox One e PC e poi con anche con le altre piattaforme.

Finalmente questa opposizione da parte del colosso nipponico sembra essere diminuita e questi primi test non possono che far ben sperare per il futuro. Se tutto dovesse andare come sperato, il cross-play verrà sfruttato su tanti altri giochi anche nella prossima generazione di console.