nuovo aggiornamento pubblicità WhatsappAggiornamento Whatsapp deleterio in arrivo per tutti gli utenti Android e iOS che fugano i propri dubbi dopo alcune decisioni discutibili sul futuro dell’app. La scelta tra Telegram e l’app di Zuckerberg non è più un problema. Ora abbiamo le idee più chiare.

 

Whatsapp soccombe, Telegram esulta: news terribili per noi utenti

Il 2019 segnerà un punto di svolta per tutti noi che ogni giorno ci svegliamo con il pensiero di controllare messaggi da chat e gruppi Whatsapp. Il fatto di dover scegliere se usare Whatsapp o Telegram non sarà più un grosso dilemma. La società ha deciso per noi, a causa di update che non fanno impazzire proprio nessuno. Andiamo per gradi e scopriamo cosa sta succedendo.

 

Pubblicità Whatsapp

Poco invadente ma sempre pronta ad ostacolare un utilizzo senza compromessi. La pubblicità Whatsapp arriverà nel 2019 ed invaderà i nostri telefoni introducendo un nuovo problema che tutti vogliono evitare. Daniels non ha dubbi al riguardo e le sue dichiarazioni non lasciano spazio ad alcuna opinione personale:

Inseriremo annunci pubblicitari nello “Stato”. Sarà la modalità di monetizzazione principale per l’azienda e un’opportunità per le aziende di raggiungere le persone su WhatsApp”

Leggi anche:  WhatsApp, due applicazioni per creare simpatici stickers

Le aziende potranno monetizzare ma noi saremo costretti a sorbirci annunci e banner in ogni momento. Una decisione talmente brutta che perfino i co-fondatori se ne sono chiamati fuori. Un buon motivo per scegliere Telegram. Non credete?

 

Fine del supporto per questi smartphone

A tutto questo si somma poi la chiusura forzata dell’app per alcuni telefoni e sistemi operativi. Lo sviluppatore ha già fornito un elenco completo dei telefoni che già dalle prossime settimane non potranno chattare e condividere tramite la piattaforma.

  • Android: dalle versioni 2.3.7 a ritroso
  • iOS: da iOS 7 a versioni precedenti
  • Windows Phone: versione 8.0
  • Blackberry: versione OS e 10
  • Nokia: per le versioni S40

L’elenco manifesta smartphone poco comuni ma comunque ancora attivi. Si mantiene giovane, ad esempio, il Blackberry che da questo momento non potrà più usare le funzioni previste.

In questo caso si consiglia di fare un backup Whatsapp per poi trasferire tutti i dati così come si trovano sul nuovo telefono compatibile. Per Android usiamo il cloud illimitato su Google Drive. Per iOS, invece, sfruttiamo le potenzialità online di iCloud.