supercell
Supercell, lo sviluppatore di Clash Royale e Clash of Clans è uno dei più grandi nomi nel settore dei giochi per dispositivi mobili, e ora spera in un altro colpo di fortuna rilasciando  Brawl Stars. L’app è appena uscita su App Store e Google Play, ed è uno sparatutto multiplayer isometrico in cui gli utenti gareggiano in partite 3 vs 3.

Supercell ha visto 10 milioni di pre-registrazioni da quando il gioco è stato reso pubblico il 14 novembre, e almeno sotto l’aspetto tecnico, questo gioco è notevolmente più ambizioso di Clash Royale.

 

Come funzionano le nuove dinamiche di gioco

I campioni di Brawl hanno alcuni elelementi che richiamano ad uno stile di combattimento MOBA, anche se è discutibile la scelta di poterlo definire tale. Principalmente lo scopo del gioco è quello di difendere le gemme al centro della mappa. La partita inizierà in un’arena, e si gioca in una squadra di 3 persone, inoltre ogni campione ha delle abilità speciali da poter utlizzare. Il gameplay è molto caotico all’inizio, anche perchè tutti hanno ancora lo stesso personaggio, e si fa fatica a distinguere il proprio nel pieno del combattimento.

Leggi anche:  Gears 5, i test per il multiplayer iniziano il 5 luglio

Ma mentre la maggior parte dei MOBA, incluso Vainglory, si svolge su una grande mappa, Brawl limita la sua azione a un campo di gioco più piccolo. Ciò si traduce in partite più veloci e più caotiche.

I controlli sono molto curiosi, non molto macchinosi e consentono manovre evasive per per poter sfuggire al fuoco nemico, che spesso utilizzerà abilità speciali per potervi sparare da lontano. Mentre è d’obbligo l’utlizzo a due mani, perchè lo schermo è orientato in orizzontale.

Sono presenti obiettivi, skin esclusive e potenziamenti per i campioni, che si sbloccheranno solo andando avanti con il gioco o salendo di rank.